Nuove Soluzioni

Nuove Soluzioni

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

Non c’è niente di più serio e coinvolgente del gioco, per un bambino. E questa sua serietà è molto simile a un artista intento nel suo lavoro. Come l’artista, anche il bambino giocando, trasforma la realtà la reinventa, la rappresenta in modo simbolico; crea un mondo immaginario che riflette i suoi sogni a occhi aperti, le sue fantasie, i suoi desideri.

 

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

L’infanzia noi la vediamo come un serbatoio di potenzialità, e non solo come un luogo di espressione e bisogno di attenzioni.
Oggi la cultura dello spazio educativo, non è più intesa come un contenitore amorfo delle esperienze, ma come un contesto di relazione.
Lo spazio educativo vuole essere pensato per favorire lo sviluppo dell’esperienza dei bambini ponendosi in una posizione di ascolto dei bisogni.

L’intermediazione della relazione fra adulti e bambini da parte del contesto, pensato e organizzato con cura, favorisce la giusta regolazione della temperatura emotiva che bambini e adulti esprimono nel corso del loro tempo condiviso.

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

Il tema della qualità e della sua certificazione è diventato opportunamente una dimensione di riferimento crescente per il mondo della produzione di arredi, destinati a servizi educativi per l’infanzia.

 

La qualità è posta come regola della progettazione, della produzione e della consulenza al cliente.

Prodotti sicuri e affidabili, ma anche belli, funzionali, innovativi. Prodotti aderenti alla dinamica evolutiva dei bisogni del mercato, capaci di mantenere nel tempo la loro particolarità originaria, fino a diventare un indicatore della qualità dei servizi nei quali vengono collocati.

Uno fra tutti è Sabìr, design di Lara Zoccatelli, si propone con un linguaggio semplice ed efficace, capace di dar vita a mille combinazioni di espressioni. Tramite Sabìr viene posto l’obiettivo di moltiplicare le possibilità di relazione, costruendo occasioni di esperienza, per dare spazio alla creatività.

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

…ma quando si ha a che fare con tanti bambini insieme, i livelli sonori possono facilmente aumentare. Ciò rende difficile l’ascolto e complessa la gestione: il risultato è un ambiente faticoso in cui gli insegnanti hanno costantemente bisogno di alzare la voce per essere ascoltati. Per ridurre i livelli sonori e l’effetto di rimbalzo delle onde sonore, si può ovviare con i pannelli fonoassorbenti, per donare serenità in un ambiente che spesso può generare confusione.

Il futuro è nelle mani dei bambini, e noi crediamo in loro!

 

Contattaci per un preventivo.