Nuove Soluzioni

 

Persone

Ci troviamo nel bel mezzo delle festività. Tra poco inizia il 2019 e, come ogni fine anno, abbiamo pensato tutti a una wish list di obiettivi che vogliamo raggiungere nel giro dei prossimi mesi.

In un punto della nostra classifica, ci sarà sicuramente il “perdere peso”. In ogni wish list che si rispetti, la dieta è sempre compresa! Saranno le abbuffate natalizie a farci sentire in colpa, ma ogni qualvolta che finisce questo magico periodo, pensiamo subito a come rimetterci in forma.

Avremo sicuramente sentito parlare di alimenti detox e forse un po’ meno di eat clean: un’alimentazione depurativa e pulita, ottenuta tramite l’assunzione di alimenti freschi e vegetali, che aiutano il nostro corpo a eliminare le tossine presenti.
Questi alimenti naturali e poco manipolati, agevolano infatti il naturale processo di depurazione, al contrario degli alimenti fritti e ricchi di grassi o zuccheri.

Ma uniamo l’utile al dilettevole: lo sapevate che una corretta alimentazione, basata su cibi naturali, come broccoli, carote e cavoli, migliorano la concentrazione e aiutano le performance?!?

Quindi iniziamo dai pranzi di lavoro o dai break in ufficio!

Cibi freschi come frutta e verdura cruda, insaporiti da semi oleosi, non tostati, ne salati, possono essere una valida alternativa a snack, patatine e merendine.

Per una dieta detox per l’ufficio si può pensare a un piatto unico che sia composto dal 50% di componenti vegetali, 25% da cereali (ad esempio il riso integrale) e il 25% da proteine, guarnendo il tutto con semi di lino e di girasole.

È importante però una pausa a metà mattina, per risvegliare il metabolismo dopo la colazione e in questo caso, si può consumare frutta fresca o essiccata, o magari anche verdure fresche; in alternativa si possono anche gustare noci o mandorle.

E per accompagnare i vostri pasti fuori casa, si possono preparare delle bevande idratanti: per disintossicare il corpo, l’idratazione è uno dei primi passi che devono essere compiuti. 2 cetrioli, 2 mele e della menta, possono accelerare il metabolismo e aiutarlo a espellere le tossine in eccesso.

Inoltre, per bruciare più calorie, e per aumentare la produttività: si può lavorare in movimento! È scientificamente provato che se si sta sempre seduti, sul proprio luogo di lavoro, l’attenzione può calare sensibilmente, mentre lavorare in modo dinamico, o persino stando in piedi, si è molto più attivi e si riescono a sviluppare idee più geniali; oltre a bruciare molte più calorie.

È per questo che sono state pensate scrivanie regolabili in altezza, per permettere a tutti di riuscire a essere a proprio agio e avere un proprio mood lavorativo. Così come sedute operative completamente ergonomiche che riescono a seguirvi in ogni vostro movimento, in ogni vostra idea!

 

Vuoi anche tu iniziare a lavorare in modo più dinamico e personalizzato? Contattaci!

 

Scrivania: Arteco, Sgabello: Gaber

È ufficiale! È iniziato il periodo più magico, più illuminato, più festoso dell’anno, o forse sarebbe meglio dire: quello più stressante. Ogni ufficio dovrebbe mettere come firma di default nelle mail: anche a te e famiglia, intanto con il primo dicembre sono iniziate anche le classiche frasi “ah bè, se non ci vediamo più AUGURI!”. O ancora: “ma quindi cosa fai a capodanno??”, “Natale allora? Dai tuoi o dai miei?!”. Stop. Fermiamoci. Abbiamo già subito troppo stress, e dicembre è iniziato da pochissimi giorni.

La corsa ai regali, i vestiti da cercare per le cene aziendali, le scarpe, i trucchi! E tutto ciò contornato da chiusure urgenti e incombenze lavorative. Il periodo natalizio è il più stressante per chi lavora: è la scienza a dirlo!

Nonostante l’avvento rappresenti uno dei momenti più attesi, è anche il periodo di numerosi impegni sul luogo di lavoro, come pianificazioni per il nuovo anno, chiusure e bilanci. Tutto ciò può dare effetti negativi nel campo della produttività.

Come fare, dunque, a schivare questo stress, affrontando e godendosi al meglio il periodo natalizio? Ecco 5 consigli per riuscire a essere più performanti e rilassati:

  1. Concentrati sulle priorità

Anche a te e famiglia!

È veramente urgente? È questa la domanda che ci si deve fare. Bisogna essere riflessivi e stilare un indice delle cose da fare, in ordine di scadenza e importanza, gestendo la propria ansia, ma anche quella altrui!

 

 

 

 

 

  1. Focalizza l’obiettivo

Anche a te e famiglia!

Mai perdersi d’animo e concentrazione. Bisogna per prima cosa avere ben chiaro ciò che si deve fare; la visualizzazione dell’obiettivo, è il primo step per poterlo raggiungere. Concentrati su ciò che è veramente essenziale. Passa in rassegna l’agenda e cerca di visualizzare gli obiettivi reali e importanti.

 

 

 

 

  1. Sii motivato

Anche a te e famiglia!

Un anno si sta per concludere, ma uno nuovo sta per iniziare. Chiudi questi 12 mesi con il sorriso, ma prova a pensare a ciò che vuoi veramente ottenere nei 12 mesi a venire. Concentrati su te stesso, hai sicuramente tante motivazioni vincenti per sorridere.

 

 

 

 

 

 

  1. Impara a perdonarti

Non rimpiangere nulla, i se e i ma non esistono. Perdonati se per caso non hai fatto tutto ciò che avresti dovuto, ma apprendi di poter fare di più. Fai un patto di non belligeranza con la routine, con tutto ciò che ti circonda e ti sta stretto, impara a sorridere e a divertirti. Cerca di ridere.

 

 

 

 

 

 

 

  1. Fai del tuo ufficio lo specchio della tua anima

Anche a te e famiglia!

Circondati dei tuoi colori preferiti, abbellisci il tuo spazio lavorativo di oggetti che ti evocano ricordi importanti, belli, simpatici. Solo così riuscirai ad affrontare al meglio la giornata lavorativa. Fai del tuo ufficio la tua seconda casa, il tuo nido, il tuo rifugio. Scegli la scrivania più adatta alla tua postura, la sedia più confortevole, l’armadio dove poter custodire ogni documento, ma anche ogni sogno.

 

 

 

 

… e quando sentirai dire la consueta frase: “se non ci vediamo più, Buon Natale”, indossa il tuo miglior sorriso e rispondi: “anche a te e famiglia”.

 

Ah dimenticavo… se non ci vediamo più……… contattaci per avere un preventivo!

 

 

Settimana Black Friday, da giorni si parla di sconti ed extra sconti, oggetti che paiono essere quasi regalati. Per chi lavora al pc, sarà sicuramente capitato di vedere inserzioni di scontistiche e affari d’oro. Andare un po’ controcorrente ci piace e il Black Friday noi lo cambiamo con il Black Pug: un carlino nero di due anni di nome Mohair. Dolce, coccolone e tremendamente simpatico. Ma non è il solo assistente d’ufficio, perché con lo staff di HCD ci sono anche Matilde, un pinscher di 13 anni e Neruda, un jack russel di 14 anni.

Altro che Black Friday, noi abbiamo il Black Pug!

Migliori amici dell’uomo e instancabili dispensatori di affetto, i cani rappresentano una risorsa per gli umani anche sul posto di lavoro. Diversi studi hanno confermato che portare animali in ufficio migliora il clima e favorisce la produttività. E noi confermiamo tutto ciò.

Altro che Black Friday, noi abbiamo il Black Pug!

La pet therapy in ufficio è una poliedrica attività di benefici. Ecco di seguito alcune tra le più rilevanti…

ATTIVITÀ MOTORIA. Affinché possa stare con noi almeno 8 ore lavorative, il cane deve necessariamente sgranchirsi le zampe ogni 2-3 ore. Grazie al nostro amico a quattro zampe, possiamo anche noi muoverci e staccare per qualche minuto la spina.

PRESSIONE e COLESTEROLO. Per lo stesso motivo, le opportunità di esercizio (e di socializzazione), garantiscono livelli di pressione abbattuti e colesterolo sotto controllo.

BENESSERE PSICOFISICO. Accarezzare un cane può aumentare la serotonina e la dopamina, il che può portare a lavoratori più felici e più produttivi.

COMUNICAZIONE e COLLABORAZIONE. Il nostro amico peloso facilita il rilassamento e i rapporti tra i colleghi e fa stringere amicizie più facilmente. In genere, chi possiede un cane si sente meno solo, ha maggiore stima di sé e quindi è più estroverso e lavora meglio in gruppo.ù

PRODUTTIVITA‘ : riducendo lo stress e migliorando la comunicazione con i colleghi aumenta anche la produttività, un aspetto che il nostro capo non potrà sottovalutare.

Altro che Black Friday, noi abbiamo il Black Pug!

Altro che Black Friday, noi abbiamo il Black Pug!

Affetto, educazione e rispetto, non dimentichiamoci che i nostri amici a quattro zampe sono i più grandi portatori di questi valori.

Circondarsi da chi si ama rende sicuramente il lavoro più piacevole e l’ambiente più sereno. Ma sicuramente per una migliore performance lavorativa, gli spazi devono essere studiati e progettati su misura. Una scrivania, una seduta, ma anche il miglior complemento d’arredo, è indispensabile per creare un ambiente confortevole che ci accompagni nelle tante ore che passiamo in ufficio.

Possiamo realizzare insieme il tuo ambiente ideale. Il tuo sogno diventerà nostro.

Contattaci!

 

Non c’è niente di più serio e coinvolgente del gioco, per un bambino. E questa sua serietà è molto simile a un artista intento nel suo lavoro. Come l’artista, anche il bambino giocando, trasforma la realtà la reinventa, la rappresenta in modo simbolico; crea un mondo immaginario che riflette i suoi sogni a occhi aperti, le sue fantasie, i suoi desideri.

 

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

L’infanzia noi la vediamo come un serbatoio di potenzialità, e non solo come un luogo di espressione e bisogno di attenzioni.
Oggi la cultura dello spazio educativo, non è più intesa come un contenitore amorfo delle esperienze, ma come un contesto di relazione.
Lo spazio educativo vuole essere pensato per favorire lo sviluppo dell’esperienza dei bambini ponendosi in una posizione di ascolto dei bisogni.

L’intermediazione della relazione fra adulti e bambini da parte del contesto, pensato e organizzato con cura, favorisce la giusta regolazione della temperatura emotiva che bambini e adulti esprimono nel corso del loro tempo condiviso.

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

Il tema della qualità e della sua certificazione è diventato opportunamente una dimensione di riferimento crescente per il mondo della produzione di arredi, destinati a servizi educativi per l’infanzia.

 

La qualità è posta come regola della progettazione, della produzione e della consulenza al cliente.

Prodotti sicuri e affidabili, ma anche belli, funzionali, innovativi. Prodotti aderenti alla dinamica evolutiva dei bisogni del mercato, capaci di mantenere nel tempo la loro particolarità originaria, fino a diventare un indicatore della qualità dei servizi nei quali vengono collocati.

Uno fra tutti è Sabìr, design di Lara Zoccatelli, si propone con un linguaggio semplice ed efficace, capace di dar vita a mille combinazioni di espressioni. Tramite Sabìr viene posto l’obiettivo di moltiplicare le possibilità di relazione, costruendo occasioni di esperienza, per dare spazio alla creatività.

Far finta per davvero: il gioco è una cosa seria!

…ma quando si ha a che fare con tanti bambini insieme, i livelli sonori possono facilmente aumentare. Ciò rende difficile l’ascolto e complessa la gestione: il risultato è un ambiente faticoso in cui gli insegnanti hanno costantemente bisogno di alzare la voce per essere ascoltati. Per ridurre i livelli sonori e l’effetto di rimbalzo delle onde sonore, si può ovviare con i pannelli fonoassorbenti, per donare serenità in un ambiente che spesso può generare confusione.

Il futuro è nelle mani dei bambini, e noi crediamo in loro!

 

Contattaci per un preventivo.

 

La personalizzazione non è una questione di nome e cognome.

Ogni scelta che ricade su arredamento, colori, spazi, ha un effetto psicologico di rilievo sul benessere e sul rendimento lavorativo delle persone, è per questo motivo che la parola d’ordine dovrebbe essere: personalizzazione!

YOUR PLACE OR MINE?

YOUR PLACE OR MINE?

In base a recenti studi, l’impatto dell’ambiente di lavoro è molto importante per dare un riscontro positivo su benessere e produttività. Recentemente due ricercatori inglesi hanno allestito quattro diverse tipologie di spazio lavoro e hanno fatto intraprendere ai partecipanti delle attività molto semplici.

Il primo era uno spazio austero con una scrivania, un foglio, una matita e una sedia pieghevole.

Il secondo spazio è stato arricchito da elementi decorativi.

Nel terzo l’individuo aveva la possibilità di allestire lo spazio con oggetti presenti, ma poteva sceglierli o tutti, o nessuno.

Nell’ultimo caso, l’uomo era posto al centro e gli veniva data la possibilità di arredare lo spazio a suo piacimento.

 

 

Dai risultati dell’esperimento emerge che in un ambiente piacevole, colorato e con elementi decorativi le persone sono più feliciproduttive, ma la variabile determinante risulta essere il totale controllo e la libertà di poter personalizzare il proprio spazio. Un altro dato interessante emerso è la connessione tra spazio, organizzazione e attività: a chi non piaceva l’ufficio, non piaceva nemmeno l’azienda in cui lavorava e le attività che stava svolgendo.

Pensate a quante ore trascorrete ogni giorno all’interno del vostro spazio lavorativo. Tante, eh?

YOUR PLACE OR MINE?

Prendetevi una pausa. Sollevate lo sguardo dal vostro pc. Cosa osservate? È in ordine la scrivania? È grande la vostra stanza? Ci sono delle piante? Avete scelto personalmente l’arredamento?

Ora provate a chiudere gli occhi. Pensate a come vorreste il vostro spazio lavorativo.

Benissimo, noi possiamo realizzarlo.

Contattaci per un preventivo!

I capelli sono il biglietto da visita di ognuno di noi: il loro colore è lo specchio della nostra personalità! Ma per avere dei capelli sempre al top attenzione alla propria hair care routine, anche in ufficio!

Hair care routine in ufficio!

Aria condizionata

Durante l’estate i capelli possono risultare pesanti e crespi, ma quando si arriva in ufficio, l’aria condizionata li inaridisce ancora di più, rendendo la chioma spenta ed evidenziando le doppie punte.
Hair Care routine: se l’impianto di condizionamento si può regolare autonomamente, la prima cosa da fare è ridurne la potenza, alzare la temperatura può diminuire gli effetti negativi. Sì a impacchi capillari con una maschera nutriente, almeno una volta a settimana.

Hair care routine in ufficio!

Riscaldamento

L’inverno per i capelli non è un toccasana: il riscaldamento appiattisce la chioma, così da farla sembrare sporca, costringendola a lavaggi frequenti.  Altra problematica da non sottovalutare: l’elettricità statica, quante volte vi è capitato di avere i “capelli elettrici”?
Hair Care routine: lavaggi con acqua sempre tiepida e mai calda, aggiungendo un getto freddo finale, in questo modo le squame si chiuderanno, rendendo i capelli più brillanti. Per combattere l’elettricità statica potete avvolgere la vostra chioma in un foulard, prima di coprire il capo con berretti e cappucci.

Hair care routine in ufficio!

Sbalzi di temperatura
Entrare e uscire dall’ufficio potrebbe causare uno stress non indifferente al capello, rendendo la chioma indebolita, rallentandone la crescita e rendendo molto sensibile la fibra capillare.
Hair Care Routine: oltre a uno shampoo ricostituente, è bene utilizzare maschere nutrienti e avere un’alimentazione equilibrata con un giusto rapporto di amminoacidi essenziali e sali minerali.
Cibo per capelli

Hair care routine in ufficio!

Lo spuntino è importantissimo, dunque cosa portarsi in ufficio per spezzare la fame e incontrare la salute del capello?
Mandorle e semi di sesamo, per contrastare l’opacità, mirtilli per irrobustire, fragole per dare maggiore struttura e yogurt per evitare la cute secca.
Hair care routine in ufficio!
E poi?
Affidarsi a mani esperte di parrucchieri e saloni di bellezza.
Noi ci siamo affidati a Vezzosi Arredamenti, leader nella progettazione e realizzazione di saloni per parrucchieri da oltre 30 anni, perchè capelli belli sì, ma farsi coccolare in un bel salone è essenziale, l’occhio vuole sempre la sua parte!

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi